>UNA PICCOLA REGOLA PER I LETTORI: Invitiamo tutti i gentili lettori che commentano nei post, di servirsi di nomi reali o fittizi purché vi distinguiate tra di voi, rendendo così i commenti più comprensibili.




domenica 4 dicembre 2011

DdP11 ep. 18 "Il Ricordo di Chiara"

Una mamma, con la sua bambina, è appena uscita dal supermercato. La signora si allontana pochi attimi per rimettere a posto il carrello della spesa, e si accorge che sua figlia Chiara è sparita nel nulla.
Al Decimo, intanto, arriva un fax. Ugo è contento perché è la dimostrazione del fatto che il suo palazzo è costruito su una zona con dissesto idrogeologico.
Brandi intanto brancola nel buio: la Ladykiller, la barca di Toni Corallo, non si trova: nonostante siano state allertate tutte le capitanerie di porto, non v’è traccia dell’imbarcazione.
Anita nel frattempo sta raccogliendo la denuncia dei genitori di Chiara, scomparsa ormai da un paio d’ore.
Sua madre Marina fornisce una foto alla Cherubini e le dice che Chiara porta sempre con sé un elefantino di peluche. Otello e Anita si recano al parcheggio del supermercato per un sopralluogo. Qui notano che è stato dipinto da poco un murale, e si appuntano l’autore del graffito: Shank 93.

Brandi cerca di ricostruire dall’inizio l’indagine sull’Appia Club: siccome Luca stava seguendo Mara, e sebbene la ragazza sia risultata estranea ai fatti, vuole ripartire proprio dalla Fermi, che viene convocata al distretto per un interrogatorio.
Mara si guarda bene dallo svelare l’intrigo dei soldi, ma comunque parla del circolo e del suo proprietario, Franco Martini. Questi usa le donne, tra cui Mara stessa e Valentina, per ottenere prezzi di favore negli affari che va stipulando con i facoltosi membri del club.
Mara afferma che lei non lo fa per soldi, né è una prostituta da “una botta e via”: lei e le altre ragazze corteggiano gli uomini, vivono al club, e in cambio ricevono ville, auto, e vacanze.
Quando Brandi chiede di Corallo, la ragazza risponde che era molto ambito da tutte, ma l’uomo si è sempre dimostrato poco interessato alle donne del circolo.

Angelo Libraghi, in arte Shank 93, viene convocato da Otello ed Anita: dopo una iniziale reticenza, ammette di essere lui l’autore del graffito e svela di aver visto una bambina in compagnia di un giovane prete claudicante.
Chiara infatti è in giro per Roma con un misterioso ragazzo che zoppica…
Leo è al mare, è andato a riportare la sua famiglia a Roma. Ma Lavinia e Simone, d’ora in poi, avranno bisogno della scorta.
Quando Leonardo dice alla sua ex moglie che non andrà da loro ma da Valentina, Lavinia resta delusa e ne nasce un litigio. Ora che Simone aveva sperato nel ricongiungimento dei genitori, Leo non sembra essere intenzionato a rimettersi con Lavinia.
Barbara e Pietro si chiedono quale sia la pista migliore per incastrare Martini. Siccome non possono esserci prove indiziarie su un’eventuale sfruttamento della prostituzione, i due ispettori vorrebbero setacciare gli interessi di Franco, i favori ricevuti e tutto ciò che indirettamente è legato all’Appia.

Da un dialogo, emerge che il padre di Chiara aveva una fabbrica di jeans in Romania.
Intanto, Simone torna a scuola e trova Ilaria. La ragazzina, vedendo la scorta, trova sempre più interessante l’amico che fino a prima aveva snobbato.
Al Decimo giunge Magrini, proprietario di un negozio di abbigliamento ecclesiastico: dice agli agenti che un giovane dell’est ha pagato un abito da prete con 99 euro in monetine.

Ottavio, il gemello di Otello, si aggira al distretto. Pietro, Barbara e Ugo vengono messi al corrente da Anita sul fatto che Otello ha un fratello gemello. Il poliziotto si arrabbia moltissimo con Ottavio, che è uscito di casa senza permesso.

Mara è andata a far visita a Valentina, e parla dell’interrogatorio. Se da un lato la Bini sembra avviarsi mentalmente verso una vita più tranquilla, accettando ormai di vivere al fianco di Leo, la bella rossa invece non intende rinunciare ai cento milioni di Corallo.
Pietro e Barbara continuano le loro ricerche sull’Appia: il circolo ha otto estetiste: quattro regolarmente diplomate e titolate, e quattro assolutamente sconosciute.
Trovano una probabile traccia utile in Blanca De Rio, che si sposta sempre assieme al facoltoso Oscar Natali.
Valentina sembra davvero intenzionata a cambiare vita, e Mara nota che l’amica è davvero felice.
Il prete di una parrocchia riconosce l’identikit di Kalin, il ragazzo rumeno. E’ proprio questo giovane ragazzo che ha rubato le offerte alla sua chiesa, fuggendo poi in motorino.
I ragazzi dell’oratorio hanno appuntato però la targa del mezzo.

Otello ed Anita si recano in un appartamento dove vivono alcuni rumeni: loro affittano la casa ai loro connazionali, e Kalin era lì fino al giorno prima. I due sovrintendenti recuperano lo spazzolino da denti del ragazzo.

Antonio Corallo nel frattempo è nei boschi, dove cerca un riparo sicuro. Ma è molto nervoso e tiene sempre con sé il machete. Ad ogni minimo rumore salta sull’attenti, specie quando vede aggirarsi un bracconiere intento a preparare le sue trappole nei dintorni…
Il ragazzo rumeno ha finalmente una identita: Kalin Corneliu, e in Romania ha avuto un passato turbolento fatto di case famiglia e prigione minorile.

Pietro e Barbara scoprono che Oscar Natali ha ceduto i terreni attorno all’Appia Club a Martini per soli 400 mila euro, un quinto del loro valore effettivo.
Kalin intanto si incontra con un certo Paolo, che si occupa di affari con la gente dell’est.
Anita si reca da Ottavio, per rassicurarlo su Otello: la donna dice al fratello del suo collega che Otello non è davvero arrabbiato con lui.
Ilaria e Simone sono usciti assieme… La ragazzina elude la scorta e porta Simone in un parco, dove i due finalmente si baciano.
Leo invece torna a casa da Valentina, dove lei gli ha preparato una ottima cena.
Il giorno dopo, Brenta osserva la foto segnaletica di Chiara, e nota che la bambina ha la cicatrice dell’antitubercolare.
Ma dal 2001 in Italia quel vaccino non è più in uso, così i poliziotti comprendono che Chiara non ha origini italiane.
Kalin denunciò, tempo prima, la scomparsa di sua sorella, e gli agenti riescono a scoprire che i genitori di Chiara non sono i suoi genitori naturali, ma hanno adottato illegalmente la bambina in Romania, e Kalin è sua fratello.
La Mobile e la Polfer non hanno segnalato nulla, così ad Otello torna in mente il particolare dell’elefantino: Chiara ama gli elefanti, forse suo fratello l’ha portata al Bioparco.

Nel frattempo, Martini viene interrogato. Deve rispondere dei legami fra Blanca e Oscar, ma l’interrogatorio sembra non dare i frutti sperati: l’accusa di sfruttamento della prostituzione è pressoché nulla, così l’uomo lascia il distretto.
Otello intanto ha saputo che al Bioparco non c’è traccia della bambina e del ragazzo, e a Roma non c’è attualmente un circo con gli elefanti.
Forse l’elefante potrebbe essere in un museo, o potrebbe essere una statua.
Otello e Anita così si recano in una piazza dove si erge la statua di un elefante, e lì trovano Chiara e Kalin: la bambina ha appena ricordato la sua vita passata, quando era Eli, e ha riconosciuto suo fratello.
Ottavio fa avere un messaggio tipo rebus per Anita, dove ringrazia la poliziotta.
Corallo nel frattempo, sta provando a rendere più sicuro il suo rifugio. Ma l’ennesimo rumore lo mette in allarme, e così, carico di tensione, si aggira guardingo nei dintorni e, distrattamente, cade nella trappola del bracconiere, ferendosi con un palo di legno appuntito

**I COMMENTI DELLA REDAZIONE**

Il caso di puntata poteva essere diverso dal solito, per una volta. Nessun morto, ma un rapimento.
Peccato che nello svolgimento del tutto, ci siamo trovati di fronte al medisimo casino di sempre:

Scompare una bambina; denuncia dei genitori; ritrovamento del murales; interrogatorio del writer; frate giovane e claudicante; proprietario del negozio di abiti talari che parla del rumeno; soldi spicci; furto in parrocchia; prete che ha denunciato il furto riconosce Karin; targa del motorino presa dai ragazzi dell'oratorio (perchè??); i due rumeni che affittano la casa (trovati come? attraverso il motorino, ma COME?); il misterioso Paolo... (che voleva? E' sparito così??); Karin porta a spasso Chiara; Brenta nota la cicatrice del vaccino antitubercolare; si scopre che la bambina è rumena; si scopre chi è Karin; i genitori di Chiara ammettono di averla adottata illegalmente; elefanti: al bioparco? no. Al circo? no. Statua? Sì.; Arresto di Karin e soluzione.

Ci rendiamo conto? Una girandola di eventi, la maggiorparte INUTILI, e alcuni SENZA SENSO LOGICO.
Mamma mia.
Con questi casi di puntata, Distretto con 45' a settimana non potrà che naufragare. Zero pathos, zero azione, zero angoscia, suspance.
La linea gialla fatica ad andare avanti, mentre le storie personali almeno riservano begli scorci alla "Distretto" vecchia maniera, come il triangolo Leo-Lavinia-Vale... Peccato che della vicenda tra Pietro e Barbara non si sia detto più nulla.
E' una serie fatta male, punto.
La cosa più interessante è la love story dei quattordicenni, che frequentano la stessa scuola di Sabina e Francesco), e Corallo feritosi... da solo nel finale.
Se DdP12 dev'essere così, spero non lo facciano proprio.


Moz-


Puntata orrenda e noiosa, questo Distretto non mi piace, per non parlare del caso A, copiato letteralmente dal quindicesimo episodio della serie 5: in quel caso era una ragazza non ricordo bene se rumena o ucraina che viene a Roma per riprendersi la figlia adottata illegalmente da una coppia italiana, per non parlare di Corallo, ma che senso hanno quelle scene nel bosco, tutto ciò non ha senso, è una noia mortale e ed è tutto poco originale e noioso!


Gius-

Concordo con i miei amici redattori, a pensare che ieri sera, cosa mai successa, mi sono addormentato sul finale...assurdo! Puntata di una mosceria assoluta, l'unica cosa old style appunto, è stato il triangolo Lavinia - Leo - Vale, che come dice Miki, ci riporta alle vecchia serie.
Non commento più di tanto, perché hanno detto tutto i miei colleghi admin, ma così si va sempre più a fondo.


Ispy

39 commenti:

  1. Ao e bastaaa, ci hai rotto li cojoni, avemo capitooooooo, se non ti piace non guardarla Moz, ma non dire sempre le stesse cose, che palle!!!!

    RispondiElimina
  2. Ma che significa, scusa?
    Io posso commentare ciò che mi pare, Distretto lo seguo e ho tutto il diritto di criticarlo: se ti rompo "li cojoni", non venire TU a leggere quel che scrivo, no?
    Proprio perché amo Distretto, e lo seguo da sempre, e mi tocca recensire l'episodio, devo dire quel che ne penso.
    E' stata una bella puntata? NO.
    E' piena di falle narrative e di cose che non si comprendono? SI'.

    Anche a me pesa dire sempre le stesse cose, che credi?
    Ma la colpa non è mia, se tutti i casi di puntata sono UGUALI.
    Tu, piuttosto che scrivere questi messaggi che sono, per un dibattito, di utilità pari a zero, perchè non spieghi cosa, eventualmente ti piace o meno dell'episodio? Così se ne può discutere.

    Moz-

    RispondiElimina
  3. D'accordissimo con Moz.
    Mi sono annoiata a guardare la puntata.
    Non capivo il nesso logico che legava alcuni passaggi nel caso di puntata.

    Per me è stata la puntata più brutta.
    Non si è raccontato praticamente niente, a parte che Corallo ora è ferito.

    @Anonimo: Nessuno si diverte a quest'ora a criticare DDP, che io personalmente seguo da 10 anni.
    Se una persona è fan (di qualsiasi cosa/persona) ciò non vuol dire che non si possa muovere una critica, per il solo fatto di esserne un fan appassionato.
    é giusto riconoscere e far notare se ci sono falle, pecche, difetti e quant'altro.
    Come è giusto riconoscere se c'è qualcosa di buono in questa fiction.
    Si chiama avere una "visione obiettiva " del programma televisivo, e non avere i prosciutti davanti agli occhi per il solo fatto che lo si segue da 10 anni.
    Mi è sempre piaciuto DDP, e lo guardo anche quest'anno nonostante non sia una buona serie.
    Anche se, la linea gialla (appia club, giro di escort...),per me, era un trama validissima e in grado di interessare il telespettatore.
    personalmente, guarderò fino alla fine DDP perchè mi dico sempre: " chissà, magari la prossima puntata sarà migliore!"!

    RispondiElimina
  4. 3.538.000 telespettatori, share 12,28%

    Tiene molto bene, nonostante il livello faccia quasi pena, per questo continua ad andare in onda. Evidentemente agli spettatori non gliene frega niente di qualità e del fatto che vada in onda solo un episodio.

    RispondiElimina
  5. @Anonimo 1 (quello dei cojoni per capisse):Oltre al fatto che come ti ha detto il mio amico Miki puoi tranquillamente non sprecare il tuo prezioso tempo in questo blog, e magari fare altro, tipo cucinarti una bella dose di educazione con una spolverata di rispetto che non guasta mai, devi sapere anche che noi redattori, spendiamo molto del nostro tempo per gestire questo blog, un blog che gestiamo per passione senza nessuno scopo di lucro, ma che abbiamo creato non solo per noi, ma soprattutto per voi lettori appassionati della serie cosicché abbiate un quadro completo della serie, e siamo gli unici ad avere un blog così ben strutturato e completo praticamente di tutto. Devi sapere, visto che Miki non te l'ha detto, che per stilare un riassunto di puntata se ne vanno via quasi due ore, due ore in cui Miki (visto che li scrive lui) potrebbe tranquillamente andare a farsi una birra al pub con gli amici, invece è qui che con spirito di rispetto e passione ad arricchire questo blog.
    Quindi, il mio invito è quello di cui sopra, se ci vuoi continuare a leggere ci fa tanto piacere, purché i tuoi commenti siano da persona rispettosa, educata e con un filo di grazia.

    P.S. A tutti gli ANONIMI, chiedo espressamente in virtù della regola del blog ai fini di un riconoscimento seppur virtuale, di firmarsi con nomi reali o fittizi, grazie.

    Ispy

    RispondiElimina
  6. @Anonimo: Se 3.500.000 telespettatori per te sono tanti, ho la sensazione che non sei a conoscenza degli ascolti delle ultime stagioni, che erano lo stesso molti bassi, se li frequenti con le stagioni 3, 4, 5.

    @Miki: Hai perfettamente ragione Miki, quest'episodio e stato uno dei più orribili di Distretto 11, contando che l'intera stagione 11 è orribile.

    RispondiElimina
  7. Non voglio più tornare sull'argomento, vi dico solo che il riassunto sarà presto online ;)

    Sul risultato auditel:
    si risale un po', ma l'esperimento di un unico episodio non lo trovo sensato... a meno che, come dice Brandi, ci vuole un po' perchè il pepe faccia effetto... ma non so.
    SaM crolla inesorabilmente, o è una strategia comunque fruttuosa per la rete, oppure davvero non capisco.

    Certo che forse, a noi telespettatori, ci han fatto un piacere: immaginatevi se avessimo dovuto vedere, di fila, Il Campione e Il Ricordo di Chiara... due palle! Anzi.. du cojoni! :p

    Moz-

    RispondiElimina
  8. noioso episodio

    RispondiElimina
  9. L'esperimento di un unico episodio è sensatissimo e vincente, dal punto di vista di Mediaset. Produci con due soldi una serie ormai alla frutta che ti serve solo da tappabuchi, dovresti mandarla in onda per 13 serate, e invece mandando in onda un solo episodio e una replica di un'altra serie vecchia (per cui a costo zero), riempi 26 serate e togli 3 milioni e mezzo di spettatori alla concorrenza. Praticamente Mediaset con un solo episodio per serata ci risparmia il 50%, o ci guadagna il doppio. Più sensato di così!!!

    F.

    RispondiElimina
  10. Sì, ma con Sam gli ascolti sono scesi, e Tppa è invece risalito proprio in concomitanza con Sam!

    Moz-

    RispondiElimina
  11. Puntata un pò pallosa...ragazzi ma Distretto12 è sicuro che si farà??? Sempre con Renzi??
    Giògiò

    RispondiElimina
  12. E' una questione di numeri: la perdita di share in seconda serata non vale così tanto quanto il prolungamento della serie in prima serata grazie al singolo episodio. Se non gli convenisse, l'esperimento sarebbe già stato sospeso (e invece anche la settimana prossima continua) o la serie sarebbe stata spostata su un'altra rete o in un'altra fascia oraria. Distretto è una serie su cui è evidente che investono pochissimo, ma che porta a casa i frutti che la rete ha in mente. I fatti dimostrano che non hanno alcun interesse nel migliorare gli ascolti e quindi è verosimile che non investiranno più di quanto abbiano fatto negli ultimi anni (cioè pochissimo). Anzi, non mi meraviglierei se l'anno prossimo tagliassero ulteriormente il budget. Fino a quando Distretto rimane dentro una certa media di spettatori, andrà avanti. Bisognerebbe cercare di capire qual è questa soglia: quest'anno gira intorno ai 3 milioni/3 milioni e mezzo. Se per loro il minimo indispensabile per continuare a mandarla in onda è 2 milioni, direi che in base al calo che ha ogni anno non solo vedremo Distretto 12, ma anche il 13. Sulla qualità, non dico niente. E' di una noia bestiale, non succede niente, manca di coerenza e di logica, sia con un episodio a sera, sia con 5.

    F.

    RispondiElimina
  13. Nello specifico: CORALLO.
    Ma che cazzo di cattivo è?
    Riassumendo: è in Germania, non si sa che cosa faccia. E' un criminale ma non abbiamo idea di cosa abbia fatto di criminale. E' un killer? Un trafficante di droga? Ricicla denaro? Non si sa.
    Poi prende e torna in Italia, con una borsa piena di 100 milioni. Miracolosamente non viene cercato dalle polizie di mezza Europa, e a Roma quello che lo ha seguito per un botto di tempo si dimentica di lui.
    Si nasconde in un circolo esclusivo, e decide di nascondere il malloppo ESATTAMENTE a due passi dal suo nascondiglio.
    Fa un bordello colossale per farsi la barca in tempi rapidissimi, pagandola un sacco, per poi andare a fare lo scout in mezzo ai boschi, senza che in realtà nessuno lo stia cercando. Con 100 milioni secondo voi un criminale non riuscirebbe ad uscire dal paese indisturbato e comprarsi un isolotto in qualche arcipelago caraibico dove sarebbe impossibile scovarlo? E nel frattempo pagare un paio di milioni di euro per assoldare un commando di killer e fare fuori l'uomo che ti ha ammazzato il figlio? No. Molto meglio andare a fare le scampagnate come un fuggitivo, ma con calma, e riparare radiatori con uova sode.
    Non è un cattivo. E' un idiota.
    Mi dispiace solo per Tommaso Ragno, che è un attore sprecato per queste cazzate.

    F.

    RispondiElimina
  14. GioGiò: la sicurezza non credo ancora ci sia... è certo che lo stanno scrivendo (e se lo scrivono come l'11, rabbrividisco).

    F: hai ragione sull'esperimento, ma allora sarebbe meglio se l'eventuale 12 fosse strutturata per essere visibile anche per soli 45' a settimana: quindi, che si sforzassero di fare BEI casi (e non servono sparatorie: ripeto, nella st.1 sono partiti sì e no tre colpi di pistola...), diversi e appassionanti, coinvolgenti e d'azione (e non una sfilza di interogatori).
    La cronaca è -purtroppo- piena di casi da cui possono attingere...

    Corallo è sprecatissimo, così come Ragno (che almeno, vedrò recitare ne Il Tredicesimo Apostolo nel ruolo del Maligno, che secondo me gli calza a pennello...), di lui ho capito che riciclava denaro in Germania per conto della 'Ndrangheta, e quando è successo il patatrac con Brandi e Gallo, lui se l'è svignata coi soldi (non so come abbia fatto) e ora dopo aver fatto spendi e spandi al circolo, se ne va per i boschi dopo l'attentato a Leo.
    La serie è strutturata male, su questo sono d'accordo.
    L'episodio di ieri è stato uno dei peggiori in 11 anni, battuto solo da Divisi in Due.

    Moz-

    RispondiElimina
  15. MikiMoz, secondo me questi di scrivere bei casi non sono capaci. 45 minuti, 90 minuti, 8 ore, 1 o 2 episodi...NON SONO CAPACI o non sono messi in condizioni di poter fare bene il proprio lavoro, ma il risultato è lo stesso. Se volevano delle storie belle, Mediaset sborsava più soldi e si prendevano gli sceneggiatori di serie scritte molto meglio. Il "toc toc" del video che avete messo su questo blog è molto indicativo, è ridicolo! Questi sono sceneggiatori improvvisati e pagati due lire, non solo quelli di questa undicesima serie. Prendete i titoli di testa, fate un elenco degli sceneggiatori, metteteli su questo blog, e scriveteci "E' COLPA VOSTRA". Magari qualcuno legge.

    F.

    RispondiElimina
  16. F, guarda: pur capendo che gli sceneggiatori non sono messi in condizioni di far bene il proprio lavoro, è impensabile che vengano scritte assurdità tipo l'episodio di ieri (motorino, spazzolino, Paolo... ecc), o quello di quando Luca morì (ma tanto per me non è mai morto, questa stagione la cancello dalla mia mente), o peggio ancora, la girandola di eventi che hanno portato a Ileana la prostituta tossica amica di Katerina.

    Significa proprio non avere passione, nè rispetto per il telespettatore. E parlo della produzione, anche... perchè dovremmo berci queste assurdità, che sono inammissibili in un qualsiasi poliziesco tranne forse in una storia di Topolino Detective?
    Poi devi pure sentirti dire che la serie ha un modello di scrittura similare alle prime stagioni; che è più poliziesca; che la gente si accorge dei prodotti di qualità ecc...
    Ma per piacere, basta!

    Gli sceneggiatori avranno anche i loro limiti imposti, ma è proprio nei periodi così che si affinano le menti.
    So di film che si sono inventati tecniche assurde per simulare gli spari, e tanto altro... in mancanza di danaro!
    Quindi, voglio dire, ieri, eliminando tre personaggi (writer, negoziante, prete) potevi risparmiare soldi e fare una trama più di suspance. Io non penso che ci voglia chissà cosa, sinceramente...

    Moz-

    RispondiElimina
  17. Colleghi di Distretto 11...ormai è un agonia...vi giuro: questo distretto è meno avvincente di Centovetrine!!!!Puntata come al solito ridicola ieri...cioè sembra una soap opera, non c'è nulla di buono da prendere sa questa serie..l'avessimo scritta noi forse gli ascolti erano al 30%!!!comunque a parte tutto...spero finisca presto...per me distretto è finito alla nona serie, queste ultime 2 non le considero nemmeno....ma poi avete visto Corallo????????????!!!!!Il cattivo della serie....inquadrato per 5 minuti a puntata, manco ad episodio!!!!!Carogne di sceneggiatori,vergonarsi devono....devono vergognarsi per aver fatto morire la serie + bella in assoluto..ed è inutile scriverne altre di serie...con queste persono non si va più avanti....Saluti a tutti!
    T.B

    RispondiElimina
  18. domenica prossima non posso vederlo perchè ho impegni. Non vedrò la replica. Probabilmente userò questa scusa per abbandonarlo definitivamente. Non mi hanno neanche fatto venire voglia di vedere come va a finire.
    Tanto succede così poca roba che se salto pure 10 episodi mi sa che lo capisco ugualmente.

    F.

    RispondiElimina
  19. Quoto tutti tranne, ovviamente, quel cafone del primo Anonimo. Come se non bastasse la puntata già schifosa in sé, ci mancava pure il grossolano errore di montaggio finale, quando l'elefantino appena regalato al fratello rumeno appare e riappare nelle mani di Chiara che abbraccia i suoi genitori in commissariato... ci avete fatto caso?

    RispondiElimina
  20. Mi dispiace molto leggere questi commenti riguardo a questa 11esima serie.
    Comunque se la gente continua a guardarlo vuol dire che qualcosa di buono c'è ;),,forse perchè i nuovi attori sono azzeccatissimi così come i loro personaggi ;).
    E' un distretto diverso dal solito,manca l'azione!
    A me piace ugualmente,e forse è anche migliore delle 7 e della 9! W distretto!

    RispondiElimina
  21. Cari amici, sinceramente non so quale soluzione si potrà adottare per uscire fuori da questo scempio.
    Sapete cosa mi dispiace, in tutto questo?
    Che Luca sia morto.
    Perché, a conti fatti, la sua dipartita non sta interessando nessuno ma è solo l'incipit di una indagine (come, per dirvi, Melis in DdP3 o Milo in DdP6) gestita da estranei.
    Mi dispiace che abbiano fatto morire così gratuitamente il nostro Luca.
    So che è assurdo quello che dico, ma mi dispiace sul serio, perché sebbene sia un personaggio di fantasia, non si rendono conto che dopo 11 anni la gente si affeziona.
    Se fosse stata una morte sensata e sentita non avrei avuto niente da ridire, così come accetto e apprezzo (a livello di trama) le morti di Nina, Angela, Paolo, Mauro, Irene.
    Mi piacerebbe davvero se riuscissero a montare una scena in cui si capisce che è tutto un incubo e Luca non è mai morto.
    Lo so, potrebbe essere assurdo, ma non più assurdo di queste cose che stiamo vedendo ogni domenica.

    Distretto 11 è una macchia IRREPARABILE all'interno della serie che tanto amiamo e che un tempo era considerata la migliore in Italia in termini di qualità.
    Davvero, accetterei volentieri Luca che resuscitasse (in qualhe modo improbabile stile Beautiful), a questo punto. Non so voi.

    Un'altra soluzione, che sicuramente è quella più fattibile, è che cominciamo a considerare Distretto solo dalla st.1 alla 9, magari ci riuniamo tutti come fandom e per protesta simbolica cancelliamo le voci DdP 10 e 11 anche dalla pagina Wiki.

    Io penso che un dietrofront sia più che giusto.
    A rimetterci sono principalmente gli attori che hanno partecipato a DdP10 e 11, costretti a recitare cose che non stanno nè in cielo nè in terra e che secondo me sono imbarazzanti come voci in un curriculum (penso a Voyagis, Ragno, Cervi, Renzi ecc...)

    @Pamela: lol, non me ne sono accorto! Sono cose che capitano, ma vederle in una serie più che zoppa, le rende molto più fastidiose! :)

    Moz-

    RispondiElimina
  22. @Vincenzo: ho letto ora il tuo commento.
    Guarda, personalmente non credo propio che DdP11 possa essere migliore né della st.7, né tantomeno della 9, che a mio modesto parere, è molto forte e sentita, ricca di pathos e, dopo averla rivista in replica, DAVVERO similare alle prime stagioni come costruzione dell'intreccio.

    Per me DdP11 è la peggiore, seguita a ruota dalla 10, rivelatasi come Grande Delusione dopo averne visto il finale.

    Guarda, cosa credi, che a me piace criticare DdP (il mio telefilm italiano preferito, nonostate tutto!) in questo modo spesso feroce?
    Non mi piace per nulla.
    Ogni domenica penso: vorrei scrivere un bel riassunto, dopo la puntata. Vorrei scrivere un bel commento, dire "finalmente è un episodio degno del Distretto di sempre".
    Eppure, ogni santa volta, c'è sempre qualcosa che non va, ora più ora meno.

    Qualche elemento lo salvo, per carità: credo che l'intreccio Leo-Vale-Lavinia sia bello e ben gestito; anche la storia di Pietro e Barbara e il personaggio di Pietro soprattutto, sono ben fatti.
    Anche la trama di Mara che vuole il bottino.

    Io avevo dato massima fiducia, da sempre, a DdP11, tenendo in considerazione anche la storia dell'Appia e tutto il resto. Ma è tutto scritto male e si perde nelle banalità.
    I casi di puntata sono la ciliegina (marcia) su questa torta ormai scaduta da tempo.

    Sinceramente, pur rispettando il parere di tutti, non riesco a credere che qualcuno possa aver apprezzato un caso come quello di ieri, dove ci sono molte cose che proprio non tornano.
    Ciò è inammissibile, in un poliziesco.

    Moz-

    RispondiElimina
  23. Distretto ormai, purtroppo, è finito. Non capisco perchè continuano a tirarlo avanti facendo questo sfacelo.
    La nona serie è stata una bella serie, l'ultima degna del nome distretto, dopodichè lo sfacelo. La decima serie aveva le potenzialità per essere un'ottima serie e ancora devo capire perchè si sono andati ad incasinare con la storia di Paolo e Balsamo... L' undicesima serie per me non esite, Luca non è morto e sarei comunque favorevole ad una sua "resurrezione" per far finire degnamente la serie... si è trattato di un incubo di qualcuno, e poi basterebbero due puntate in una specie di miniserie con lui ed il ritorno dei grandi "vecchi" per la risoluzione del caso Belli. Dopodichè Distretto può chiudere, ma almeno chiude in gloria... sto sognando troppo???

    RispondiElimina
  24. No, Iaia, secondo me è la soluzione che devono adottare... Magari anche far passare come storia alternativa (chissenefrega) ma fare una miniserie che riprenda dal dopo DdP9 e chiuda la storia di Mauro, con un bel cast tra vecchi e nuovi.
    Possono dire che è una sorta di storia parallela, quel che vogliono, se non hanno intenzione di rovinare la continuità dei numeri (tanto, la continuità narrativa l'hanno già demolita).
    Un Distretto di Polizia X sarebbe il titolo giusto per questo, dove la X sta per "punto misterioso" ma anche per "10" di cui potrebbe essere una sostituzione e per "Decimo" come il Tuscolano.
    Dopo si chiude, o si vede il da farsi MA SENZA SFASCIARE QUANTO DI BUONO E' STATO CREATO.
    Perchè le st.10 e, soprattutto, la 11, hanno fatto questo: annientare quanto di bello era Distretto di Polizia dal 2000 al 2009.

    Moz-

    RispondiElimina
  25. Arrivati a questi punti di incongruenze, rompere la continuità dei numeri ritornando indietro al 10 (bella l'idea del distretto X) è il male minore... anzi! Di solito non mi piacciono questi stratagemmi alla Beautiful però in questo caso è d'obbligo. Hanno distrutto distretto, ed è giusto che ci mettano una pezza. L'incubo potrebbe essere di Luca, far passare che dopo l'addio di Anna si è ricordato di Remo e Viola e si è sognato tutto quello che abbiamo visto nella decima serie e successivamente si è pure sognato quello che è successo nella 11, con tanto di sua morte e nessuno che l'ha "calcolato" più di tanto dopo che per anni si è fatto in quattro per il X (Bel ringraziamento!). Più incubo di così!!! :) Bisogna anche dire però, che questa storia (ripeto basterebbero anche dalle 2 alle 4 puntate intense, piene di pathos e colpi di scena) o la scrivono sceneggiatori con gli "attributi" e che ben conoscono le serie dalla 1 alla 9, o i fan devono supervisionarla... anzi, potrebbero anche scriverla i fan, e sarebbe sicuramente una grande serie!!!!

    RispondiElimina
  26. Ecco, appunto!
    Ti dico che io potrei scriverne GRATIS il soggetto, anzi, diciamo che avevo già appuntato delle cose.
    Ovviamente poi bisogna vedere la disponibilità degli attori, ovvio.
    Però davvero potrebbero dire: guardate, si fa l'ultimo capitolo, ci siete tutti per chiudere in bellezza?
    Secondo me molti accetterebbero.
    In ogni caso, dapprima ti fai la lista di chi c'è sicuramente, e in base a quella, costruisci la trama nuova decidendo, PER PRIMA COSA, le giusitificazioni per chi non c'è, e non come Elena o Marta...

    Moz-

    RispondiElimina
  27. Così si dovrebbe SEMPRE lavorare, cosa che con gli ultimi distretti non hanno fatto! Magari accadesse quanto stiamo dicendo!!! Che poi non è detto che si deve fare per forza subito, per mandarlo in onda a settembre, si può fare anche un anno di buco, per raccogliere bene le idee e le disponibilità. Ma sarebbe troppo bello per essere vero! Purtroppo ho come l'impressione che non lo faranno mai, non tanto perchè gli attori non accetterebbero (anche secondo me, con una bella storia, per scrivere la parola fine, molti tornerebbero anche solo per poche scene), ma perchè, forse, manca la volontà, da parte della produzione, della rete etc..., non si spiegherebbe altrimenti lo sfacelo di queste ultime due serie. Bhà! O.o

    RispondiElimina
  28. devo dire che la decima serie in confronto a questa era un capolavoro almeno c'erano personaggi storici ,ed io che mi lamentavo per l'assenza di connessioni con il passato

    RispondiElimina
  29. e ora mi rendo conto che non avrei dovuto!!

    RispondiElimina
  30. Giulia, guarda.. tanto anche la st.10è un'indelebile macchia... crediamo a quanto narrato nella 10 e nalla 4? Mah...

    Moz-

    RispondiElimina
  31. non cè niente da credere è tutto come la quarta serie tranne che sappiamo che balsamo era il capo di desantis

    RispondiElimina
  32. sono molto delusa di questa 11a serie peccato che in questo episodio non abbiano messo in risalto la bravura dell'attore che ha interpretato la parte del ragazzo romeno bravo.

    RispondiElimina
  33. @Giulia: beh, mica tanto... perchè nella 4 si spiega anche il delitto dei coniugi Corsi, mai citato nella 10, per esempio...
    Inoltre Balsamo lascia intendere di aver visto Paolo, ma non è vero!

    @Anonimo: non hanno valozrizzato nemmeno uno come Ragno, su tutti...

    Moz-

    RispondiElimina
  34. moz ti riferisci a quando giulia va a casa di balsamo la sera che è stata incastrata lui l'ha avrà detto x farla innervosire lui dice piangeva come un bambino... ed è assurdo questobisogna dedurre che non l'ha mai visto!

    RispondiElimina
  35. Sì, ma non solo: anche alla storia della Baccarini, che conosceva Paolo, il "poliziotto buono" ecc ecc, tutte cose che potevano ben collegare ma che hanno fatto all'acqua di rose.
    Inoltre, è francamente ASSURDO che la Corsi non sia andata ad interrogare De Santis su Balsamo: se l'attore non era disponibile, potevano fare in modo che moriva in carcere...
    Una serie scritta e gestita male, ovviamente mai quanto la 11, che è vergognosa su tutti i punti di vista. :)

    Moz-

    RispondiElimina
  36. che conoscesse paolo non credo ne avrà sentito parlare dai pedofili e per lei paolo era un eroe visto che andava'a salvare i bambini'come voluto da lei nella 10 per il mancato interrogatorio certo è assurdo

    RispondiElimina
  37. Sì, ma tante cose non coincidono... cioè, avrebbero dovuto citare la storia del giudice Corsi, prima vittima della banda (quindi anche di Balsamo?), sarebbe stata una super trama...

    Moz-

    RispondiElimina
  38. be si, questo si sarebbe stata fantastica come trama!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'attore che ha interpretato Kalim nel ricordo di chiara mi è piaciuto molto......

      Elimina