>UNA PICCOLA REGOLA PER I LETTORI: Invitiamo tutti i gentili lettori che commentano nei post, di servirsi di nomi reali o fittizi purché vi distinguiate tra di voi, rendendo così i commenti più comprensibili.




martedì 27 dicembre 2011

Distretto: si salverà?


Le voci sulla presunta chiusura di Distretto di Polizia si susseguono senza sosta nel web.
In attesa di notizie ufficiali, non possiamo far altro che commentare gli scenari che potrebbero presto delinearsi.

Se Distretto di Polizia dovesse terminare la sua lunga cavalcata dopo questa deludente stagione, allora sarà un male, sarà una bordata che colpirà alla nostra storica fiction offuscandone per sempre la mitologia.
Perché: chiuderebbe con il capitolo meno bello; chiuderebbe con un cast rinnovato che avrebbe dovuto segnare un nuovo inizio; chiuderebbe rendendo ancora più inutile ed ingiustificata la dipartita del protagonista.



Se Distretto di Polizia dovesse continuare, con una ennesima stagione, la questione dev'essere ampiamente studiata a monte.
C'è poco da fare: i pur bravi Ragno, Renzi, Cervi, Monti; Calabresi e compagnia non hanno saputo appassionare nè gli aficionados, nè il resto del pubblico.
Riproporsi con il medesimo cast, nel 2012, potrebbe essere sconveniente.
Ma anche il cambiarlo ancora, dopo averlo fatto inutilmente già nella st.10 e ora nella 11, sarebbe distruttivo: lo spettatore dovrà abituarsi a nuovi ingressi e nuovi cambiamenti, senza aver avuto il tempo di metabolizzare i precedenti.
Invece, potrebbe essere corretto continuare con questi personaggi, magari non tutti ma togliendone un paio e aggiungendone di nuovi, per cercare di dare un senso di completezza alle loro storie.
Lo stesso potrebbe essere fatto, nell'eventualità di una stagione 12, con la trama principale: usarla per salvare la st.11, creare un "dopo", cosicché possa essere apprezzato maggiormente anche il "prima".
Questo "dopo" però dovrebbe essere davvero ben congegnato, davvero sentito, davvero bello.
Dovrebbe cercare di dare un senso (vero!) alla morte di Luca, dovrebbe cercare di appassionare maggiormente gli spettatori.

Certo, l'ipotesi più rosea è quella di qualche ritorno di personaggi storici.
Ma è chiaro che, considerando un miracolo avere la st.12, figurarsi avere gli storici: è oltre il miracolo.
Però, con questa ipotesi, si potrebbe "salvare il salvabile".
Riutilizzare Ragno/Corallo come nemico (semmai non dovesse crepare nella stagione in corso...); rinforzare la trama di Liverani/Bonetti (persino l'attore, dalle pagine di un magazine, si augurava di poter interpretare ancora il galeotto Rocco); far entrare in scena la 'ndrangheta che operava in Germania, così da avere più uomini in gioco e quindi più scontri; eventualmente, dare un duro colpo (al commissario) facendo morire Valentina o Lavinia (ovviamente sempre nella possibilità dettata dal finale della st. 11).

Di idee ne possiamo fornire tante, troppe. Sicuramente ispirate, sicuramente genuine, perché proprie dei fans.
Ma è chiaro che saranno suggerimenti che non potranno trovare compimento se non in minima parte e sempre che il dodicesimo capitolo si riesca a realizzare.

Però, una cosa è certa: i casi di puntata, beh, quelli sono da cambiare.
Non si può trattare sempre e solo il solito caso giallo, con intreccio incredibile di nomi e situazioni (alcune assolutamente futili e di disturbo) fino ad arrivare al colpevole di un delitto o rapimento.
Al Tuscolano si ammazza così tanto? Non credo.
Quello che manca è una certa varietà nei casi, che prima era presente. Non per forza giallo, dopotutto Distretto di Polizia è un poliziesco.
Quindi ben vengano rapine, rapimenti, scippi, corse, pericoli, pazzi, droga, truffe, eccetera.
Senza troppe complicazioni. Si dovrebbe tornare alla semplicità di un quartiere romano, con sprazzi romanzati di tensione o pathos che finora latitano.
Se i casi di puntata sono piacevoli, raccontano maggiormente i personaggi e persino una linea gialla in fase di stallo (per motivi narrativi o per scrittura infelice) può diventare più digeribile.

Ah, poi c'è un altro scenario. Ma se prima parlavamo di miracoli, qui siamo alla fantascienza.
Ossia, l'ipotesi di non fare Distretto di Polizia 12, riposarsi, raccogliere le idee, e tornare con uno spin-off, un ultimo VERO capitolo della storia, con molti degli storici, che chiuda definitivamente, e in modo degno, le avventure del Decimo Tuscolano. Anche facendo "resuscitare" qualche morto.
E non parlo di Mauro.

Moz-

29 commenti:

  1. non si capisce niente chi dice che si fa chi dice che non si fa...a chi dobbiamo credere?

    RispondiElimina
  2. Mi viene da fare una domanda. Io vedo anche fiction americane, alcune molto belle che mi appassionano, altre molto meno che smetto di vedere quasi subito. Quelle belle di solito migliorano negli anni, quelle meno belle vengono chiuse. Quando quelle meno belle o brutte sono a rischio chiusura, mai nessuno si sognerebbe di andare a chiamare personaggi del passato per rifare una serie "alla vecchia maniera". Se non vanno bene vuol dire che non interessano al pubblico o che dopo tanti anni hanno esaurito il loro corso, e vengono cancellate, fine dei giochi, senza drammi. Anche da noi abbiamo visto tante serie, alcune sicuramente meritevoli, essere eliminate perchè il pubblico le ha ignorate. Guardando le cose per quello che sono, se Distretto chiude è solo perchè non raggiunge più gli ascolti che la rete vuole, e non li raggiunge perchè non è riuscito a rinnovarsi. Hanno cambiato tutti i personaggi e hanno sperato che la gente continuasse a vederlo nonostante la qualità bassissima delle sceneggiature e di altre cose, solo perchè si chiamava "Distretto". Il loro esperimento è fallito, la gente non ha creduto nel "trucchetto", e adesso è giusto che Distretto chiuda e lasci spazio ad altre fiction, magari ad altri polizieschi diversi, con personaggi nuovi, ad un nuovo ciclo. Le minestre riscaldate sono dei fallimenti per definizione. Dispiace vedere un cast che in un'altra situazione sarebbe stato vincente (tranne la Monti che è una tragedia in qualsiasi cosa la si mette), ma credo che a Mediaset sapessero bene che poteva andare bene come poteva andare male. E' andata male. Gli scenari a cui accennate di "proseguimento", "ritorni" e addirittura dello spin-off dopo un anno di attesa secondo me sono davvero poco realistici: quello che secondo me può succedere è che la serie chiude o che vada avanti come è andata avanti pure quest'anno, con o senza ritorni. Pure se tornassero Memphis, Tirabassi, Pandolfi e tutti gli altri, con delle sceneggiature di questo tipo pure gli attori storici farebbero ridere.


    DELUSAdaDistretto

    PS: Buone feste a tutti!

    RispondiElimina
  3. @Anonimo: dobbiamo aspettare le notizie ufficiali, per ora...

    @Delusa: hai ragione quando parli di chiusura di un prodotto.
    Anche in Italia abbiamo visto chiudere diversi telefilm perché andati male come ascolti (alcuni però erano bei prodotti).
    Ma è altresì vero che in America, a volte, è successo che fans di un telefilm si sono mobilitati e hanno ottenuto di vedere un'ultima (mini) stagione o la degna conclusione delle avventure dei loro beniamini. Magari inviando alla produzione cartoline postali o, meglio ancora, prodotti legati al telefilm (come il caso delle noccioline).

    Hai ragione quando parli di sceneggiature odierne che renderebbero ridicoli anche Mauro e Roberto.
    Però appunto, prendere un po' di tempo, tornare ad un buon intreccio (la st.9 non è così lontana, e come intreccio narrativo in sé è meglio di molte altre) e girare il finale lo si potrebbe fare, quanto più perchè si tratta di una fiction storica, un marchio importante che viene sempre citato e che sicuramente è nella storia della televisione italiana.

    Che ne so, mandiamo tubetti di maionese?
    L'unica cosa che ricordo della st. 11 :P

    Moz-

    RispondiElimina
  4. l'occidentale27 dicembre 2011 21:42

    lasciamo stare le fiction americane per carità. Un surrealismo del genere non esiste da nessuna parte. Distretto è sempre stato credibile per i casi di puntata, un po' meno per le linee gialle, i personaggi storici della fiction sono stati l'anima di ddp. Ddp era la storia di mauro, roberto, di luca, di Parmesan, di vittoria di ugo di ingargiola ecc. I personaggi venuti nel tempo sono stati dei ripieghi. Ci sono dei personaggi divenuti importanti come germana la corsi paolo libero alessandro berti, anna gori, personaggi come mancini, la argenti, marchetti, che non hanno proprio colpito se non nelle singole edizioni. E ne ho citati solo alcuni. Oggi c'è un solo modo per far si che ddp si rilanci: riprendere una cosa lasciata in sospeso nella 6ta serie. Deve tornare la copia Belli-Ardenzi con il loro entourage e creare una storia intorno a loro. L'alternativa? Nessuna.

    RispondiElimina
  5. Se chiudono qui, COME MINIMO devono montare la sigla finale con le sequenze di tutti i personaggi, da Giovanna Scalise a Giovanni Brenta.
    Almeno UNA MINIMA CELEBRAZIONE devono mettercela, cioè, se l'ultima puntata di DdP11 sarà sciaguratamente anche l'ultima puntata di tutto Distretto di Polizia, cazzo io voglio emozionarmi un poco.

    Moz-

    RispondiElimina
  6. @MikiMoz io nelle iniziative "popolari" ci credo molto poco, anche perchè in Italia non ci sono precedenti. Parliamoci chiaro, la fiction non la devono salvare i fan, la devono salvare quelli che la realizzano! Se un prodotto è scadente il pubblico non lo guarda, e gli ascolti di quest'anno ne sono la dimostrazione. Si aspettavano un rilancio usando un nuovo cast ma mantenendo il "vecchio" nome, e invece gli ascolti sono persino più bassi della scorsa serie, perchè la gente pensa di vedere Distretto e invece si ritrova con una serie che ci assomiglia, ma che fa schifo, e per di più con quasi tutti nuovi personaggi che non conosce. Se vogliamo trovare un colpevole al calo di Distretto, oltre alla qualità pessima della scrittura, sicuramente è anche il cambio totale di cast da serie a serie, che non ha mai dato il tempo al pubblico di affezzionarsi ai nuovi personaggi (e anche mancanza di contatto con il pubblico da parte di Mediaset o Taodue, visto che i personaggi più amati di recenti, come Elena, sono stati fatti fuori nel giro di 2 minuti).
    Lo scenario che proproni, il "prendersi del tempo", secondo me è completamente poco realistico, è una cosa che non si è mai vista e che di certo non rischierebbero mai per una serie che chiude per mancanza di ascolti.

    DELUSAdaDistretto

    RispondiElimina
  7. @l'occidentale il ritorno di Ardenzi e Belli non è fattibile: Tirabassi è impegnato in teatro fino a primavera e poi ha probabilmente il seguito della fiction sui ristoranti che ha girato quest'anno, e Memphis non torna perchè non rischia di tornare a fare un personaggio di cui chiaramente si è stufato in una serie ormai di scarsissimo successo che ha abbandonato 5 anni fa.
    L'esempio delle serie americane non era per i contenuti, ma per la logica di produzione. Se un prodotto è valido, continua e migliora. Se invece non lo è, chiude. Una serie come distretto, come è oggi, avrebbe già chiuso da almeno due stagioni, o sarebbero corsi ai ripari molto prima. Adesso è troppo tardi.

    DELUSAdaDistretto

    RispondiElimina
  8. @MikiMoz un'altra cosa. Possono montarmi tutte le scene strappalacrime in fondo all'ultima puntata di questa sciagurata undicesima serie, e non credo che riuscirei ad emozionarmi, non dopo lo schifo che abbiamo visto quest'anno. Secondo me non faranno neanche una cosa del genere perchè è una cosa "da fan", e si è capito in quanta considerazione tengono gli appassionati che hanno seguito Distretto per tutti questi anni, cioè ZERO. Chiuderà in silenzio, tristemente, come si merita questa schifezza di undicesima serie. Sarei felice di essere smentita a riguardo, ma non ci conto per niente.

    DELUSAdaDistretto

    RispondiElimina
  9. Delusa, guarda... so che hai ragione, ma si capisce anche che Valsecchi, nonostante tutto, è legatissimo al suo Distretto, quindi prima di voler dire FINE, è probabile che due conti se li possa fare.

    Sul montaggio finale di vecchie sequenze... beh, io ci spero, come MINIMO SINDACALE, una cosa che, se realizzata, potrebbe farmi molto piacere.

    Moz-

    RispondiElimina
  10. l'occidentale28 dicembre 2011 08:42

    @moz se guardiamo in faccia la realtà mauro belli è l'unico personaggio che potrebbe resuscitare perché è l'unico che potrebbe non essere morto. @anonimo. Tornare per qualche episodio non significa legarsi troppo ad un personaggio. Ma solo riprenderlo per un momento. memphis il personaggio di Belli se l'è scrollato di dosso ormai da tanto. La Pandolfi ha ripreso il personaggio della Corsi,dimostrando maurità nei confronti del pubblico . memphis ha dimostrato una ingratitudine quasi paradossale.

    RispondiElimina
  11. l'occidentale28 dicembre 2011 08:49

    @moz se guardiamo in faccia la realtà mauro belli è l'unico personaggio che potrebbe resuscitare perché è l'unico che potrebbe non essere morto. @anonimo. Tornare per qualche episodio non significa legarsi troppo ad un personaggio. Ma solo riprenderlo per un momento. memphis il personaggio di Belli se l'è scrollato di dosso ormai da tanto. La Pandolfi ha ripreso il personaggio della Corsi,dimostrando maurità nei confronti del pubblico . memphis ha dimostrato una ingratitudine quasi paradossale.

    RispondiElimina
  12. @l'occidentale non mi pare proprio che Memphis abbia mai manifestato una minima intenzione di voler tornare neanche per 5 minuti, anzi mi pare che in questi anni si sia divertito non poco con le sue risposte che lasciavano una porta mezza aperta, salvo poi non farle seguire ai FATTI. Ho creduto al ritorno di Mauro solo fino a quando è cominciata la settima serie, poi mi sono sentita presa in giro. Ora francamente non mi interessa più. Se voglio rivedere Mauro in azione mi rivedo i dvd.

    DELUSAdaDistretto

    RispondiElimina
  13. io la smetterei con questa ricerca del ritorno. in DDP 10 è tornata la corsi ma le cose non sono cambiate a mio avviso non ha fatto nemmeno bella figura. Sicuramente luca avrebbe fatto bene lo stesso da solo. Memphis aveva criticato le sceneggiature di DDP6 che non rispettavano la "storia" della fiction così le avevano cambiate x farlo fuori. E ogni anno di distretto le ha rilette ma evidentemente, e giustamente, non gli piacevano, tornare da solo farebbe la stessa figura della Corsi, cioè solo un personaggio secondario. Simone Corrente se ne è andato penso x lo stesso motivo. Lui dice che gli era scaduto il contratto e si era stancato, ma a mio avviso lette le sceneggiature di DDP11 ha lasciato perdere. Infatti hanno iniziato a "trattarlo male" già da DDP10 e poi lo hanno fatto fuori malamente e senza rispetto. Loro non torneranno e fanno bene. L'ideale sarebbe che facessero una fiction nuova, magari con meno puntate, dove si dia la possibilità a tutti di tornare, ma deve essere scritta veramente bene.

    RispondiElimina
  14. E' vero che Luca è stato maltrattato in DDP10 e peggio ancora in DDP11. Povero già dalle prime puntate si vedeva che ce l'avevano con lui:
    1) l'hanno fatto saltare in aria con l'esplosione,
    2)gli hanno sparato ed è finito in ospedale
    3) ha lottato con la questura x non chiudere il distretto,
    4) si è ritrovato con solo un ispettore, Gabriele e quelle che gli hanno mandato ha dovuto metterle in riga xkè gli andavano contro
    5) gli hanno tolto anche l'amicizia di Anna quindi una persona con cui confidarsi almeno al telefono
    6) è arrivata la Corsi con le sue indagini e invece di aiutarlo ha dovuto tirarla fuori di prigione
    7) lo hanno fatto sentire in colpa x la morte di un amico d'infanzia
    8) e tanto altro....
    Insomma l'hanno lasciato solo contro il mondo.
    Poi in DDP11 l'hanno fatto fuori come un pollo, e non gli hanno reso alcun onore. La passeggiata ricordo in cimitero l'avevano fatta anche per personaggi minori di distretto e per lui proprio niente.
    Memphis ha fatto bene ad andarsene visto come trattano i personaggi. Se la fiction non va più e solo x colpa delle sceneggiature e non certo degli attori. Sarebbe meglio che chiudesse e pensassero a qualcosa di nuovo solo così potremmo vedere di nuovi i nostri attori preferiti insieme.

    RispondiElimina
  15. @L'occidentale: intendevo dire che sarebbe bello un dietrofront, come se questa stagione non sia mai esistita.
    Perché,a ben vedere, mettiamo caso sia l'ultima: che senso ha? che senso ha tutto ciò? che senso ha brandi? che senso ha la già insensata morte di Luca?
    SAREBBE BELLO SE COME FINALE DI DDP11, IN CASO FOSSE IL FINALE DI TUTTO DISTRETTO, CI FACCIANO CAPIRE CHE E' STATO TUTTO UN SOGNO - ANZI INCUBO!- DI LUCA.

    Secondo me devono cercare di salvare il salvabile. Fingere che tutto questo non sia mai successo non toccherà nessuno (tanto, nessuno s'è affezionato davvero ai nuovi personaggi...) anzi tutti saremmo felici.

    Moz-

    RispondiElimina
  16. @MikiMoz la tua passione da fan è davvero invidiabile. Ma tu davvero credi e speri che quelli che sono responsabili di essersi dimenticati dell'omosessualità di Luca, che lo hanno fatto morire come un povero imbecille e non hanno inserito neanche una scena di due minuti per il funerale, che non sono riusciti ad inserire quattro battute in croce su Belli in ben 5 anni, abbiano la capacità o la voglia di chiudere degnamente la serie?

    DELUSAdaDistretto

    RispondiElimina
  17. So che sicuramente non ci stanno pensando, a chiuderlo degnamente, ma glielo possiamo ricordare noi, no?
    Dopotutto, voglio dire, a RisRoma si sono sprecati a girare quella sciocca scenetta con la Bellucci, appiccicata con lo sputo, con gli attori tutti col taglio di capelli diverso, scena di cui non si fa più accenno dopo... e per Distretto -nel malaugurato caso che l'ultima puntata di DdP11 sia anche l'ultima di DdP- non possono montare un video finale con le facce di tutti i protagonisti da ieri ad oggi?
    Non ci credo...

    Io penso che questo sia il MINIMO.
    Poi, poco più del MINIMO, sarebbe montare la scena in cui si capisce che è un incubo (perchè, in fin dei conti, la st.11 lo é :p) e poco più ancora sarebbe il dire che DdP10 e 11 sono dei what if..., e non parte della continuity ufficiale (che, tanto, a ben vedere, la stravolgono così tanto che non POSSONO FARNE PARTE A PRESCINDERE).

    Moz-

    RispondiElimina
  18. @MikiMoz capisco quello che dici e desideri, ma secondo me vai incontro ad una delusione ancora più pesante. Hanno distrutto una serie proprio per la mancanza di attenzione TOTALE ai personaggi, alle loro storie, e soprattutto al rispetto per i fan. Aspetteró che arrivi fine gennaio per vedere come va a finire, ma secondo me il fallimento non è più recuperabile. La mia unica speranza è che per la prossima fiction poliziesca targata Tao 2 si inventino qualcosa di meglio e abbiano un atteggiamento diverso.

    DELUSAdaDistretto

    RispondiElimina
  19. @Delusa: In realtà non mi aspetto niente, troppe volte ci sono rimasto male. Stavolta proprio quasi non m'interessa, pensa: ancora non vedo l'ultimo episodio andato in onda. L'ho registrato, la vhs è da 10 giorni lì, e non l'ho ancora visto.
    Hanno perso il loro fan numero 1, so che non gliene frega niente e sono più occupati a capire se fare o no DdP12, e giustamente preme di più vedere se mandano a casa i tecnici e la troupe.

    La nuova fiction poliziesca già ce l'hanno, ed è Sam: ma statti a vedere, rovineranno anche quella tirando troppo la corda. Già la st.3 era un'americanata assurda, parlava della Lista senza citare la st.1 dove tutto cominciò proprio con una "Lista"... insomma, vedrai che rovineranno anche Sam e sarà giusto così.

    Moz-

    RispondiElimina
  20. Cosa intendi per "facendo resuscitare qualche morto"? Mauro hai detto no, Paolo è morto, Giulia se ne è andata, Roberto se ne è andato come Anna, Vittoria, Ingargiola, Mancini e tanti altri chi vuoi fare resuscitare??

    RispondiElimina
  21. l'ho spiegato: intendo Luca.
    Come se questa undicesima stagione non fosse mai stata girata. Perché se è vero che non me ne importa più niente di (questo) Distretto, è altrettanto vero che non accetterò mai che possa finire così, con la morte di Luca già ridicola e inutile di suo, resa ancora più ridicola dall'inutilità totale del progetto, se dovesse chiudere adesso.

    Moz-

    RispondiElimina
  22. Secondo me è inutile far credere che Luca sia morto sia stato tutto un incubo oppure con altri ritorni storici, secondo me bisogna rinnovare Distretto anche con gli attuali attori però con una trama migliore perchè gli attori sono molto bravi, il problema sono gli sceneggiatori che quest'anno hanno scritto una trama pessima!

    RispondiElimina
  23. Lo so, ma è altrettanto vero che, se il grosso del pubblico non ha accettato i nuovi volti, è difficile pensare di potercela fare -pur con la MIGLIORE DELLE TRAME- per DdP12.
    E' come se si partisse già con un forte handicap.
    Per me devono inventarsi qualcosa, oltre che ovviamente una bella trama, maggiore attenzione alla continuity e CASI DI PUNTATA VARI E BELLI!

    Moz-

    RispondiElimina
  24. l'occidentale28 dicembre 2011 15:47

    gli sceneggiatori hanno fatto sicuramente la loro parte, ma anche tutto il resto non rende. Una volta al distretto c'era vita ora sembra un mortuorio, c'era calore, c'era positività. Oggi tutto è scialbo, i vecchi mancano e da qui non ci si scappa. Non si può dire che con queste sceneggiature anche Mauro e Roberto e c. Non avrebbero reso perché con questi personaggi nessuno avrebbe fatto caso del tutto alle sceneggiature.

    RispondiElimina
  25. La colpa non è certo solo degli sceneggiatori, eh!
    Certo, loro hanno scritto delle cose, ma queste cose devono anche essere supervisionate ed approvate.
    Quindi la poca cura con cui hanno trattato certi personaggi (Elena, Marta, Vittoria, Giuseppe), aggiunta alla poca cura con cui hanno riaperto un caso (DdP4), aggiunta alla scrittura confusionaria e sempre uguale del caso di puntata... doveva essere supervisionata da qualcuno che diceva: guardate, prima si scrive DOVE sta tizio e caio, POI facciamo l'omicidio da risolvere.

    Inoltre, pensare che avremmo accettato la morte di Luca in questo modo scialbo, insulso ed inutile, senza che fosse manco celebrato... beh, significa che hanno proprio fatto male i conti, e ora ne pagano le conseguenze.

    Moz-

    RispondiElimina
  26. l'occidentale28 dicembre 2011 19:54

    la morte di luca è stata irritante e non l'accetterò mai. Però purtroppo il suo corpo si è visto all'obitorio. Ho l'impressione che Corrente abbia voluto che accadesse ciò per non creare un tormentone alla mauro belli. Non si capisce se ciò è stato voluto dall'attore oppure da un qualcosa d'altro.

    RispondiElimina
  27. Eh ma obitorio a parte, s'è visto anche morto a terra, privo di vita, dopo tutta la notte... crivellato di colpi da ... ah, già Corallo, è stato lui! Mah,,,

    Moz-

    RispondiElimina
  28. l'occidentale28 dicembre 2011 22:23

    una morte senza senso, senza una logica, se si pensa poi che luca avrebbe comunque lasciato il distretto.

    RispondiElimina
  29. Ormai le uniche scene che guardo sono quelle di Pietro e Barbara per capire se ci sono o ci fanno. Della giovane marmotta, del bello e la dannata e di una serie inutile e incomprensibile quale è la stagione 11 non mi interessa più nulla...preferisco ricordarmi i vecchi sketch, mauro e roberto e le loro marachelle, gli abbracci di Luca e Anna, gli agenti in divisa e la quotidianità di Distretto, elemento peculiare della serie più longeva d'Italia.
    Mi sa tanto che come al solito, domenica mi guarderò Tutti Pazzi per Amore...

    RispondiElimina